Seguici su Facebook

Prodotti : attrezzatura per cucina : professionali : Orved Evox 30 macchina sottovuoto a campana

Evox 30
Un risultato sorprendente: in grado di superare le nostre più fervide speranze.
Evox 30 innova totalmente il concetto di vuoto, sintetizzando il meglio della tecnologia, dell'innovazione, dell’industrializzazione e della semplicità d‘utilizzo.
Compatta, ergonomica e dotata di vuoto sensoriale, Evox 30 si caratterizza per la facilità d’uso abbinata ad un’ estrema versatilità, consentendo la creazione di vuoto interno ed esterno con sorprendente rapidità.

Nella versione dotata di pompa a vuoto da 12 mc, i tempi del ciclo completo di vuoto risultano estremamente rapidi, tali da superare qualsiasi macchina concorrente.
Totalmente innovativi sono i materiali che compongono la camera a vuoto ed il coperchio: Orved ha impegnato notevoli risorse economiche per giungere ad un risultato di vera, assoluta eccellenza.

Evox 30 assemblata con dedizione dai più esperti costruttori del settore, disegnata con l’unico scopo di soddisfare ogni esigenza , presenta una camera a vuoto costituita dal più innovativo MATERIALE CHE MAI SIA STATO UTILIZZATO NELLA COSTRUZIONE DI UNA MACCHINA PER FARE IL SOTTOVUOTO.

- Indeformabile
- Impermeabile
- Resistente
- Antimacchia
- Idonea al contatto alimentare secondo norme FDA (CFR. 21) (U.S. Food and Drug Administration)

3 ANNI DI GARANZIA 

Dimensioni
Larghezza : 600 mm
Lunghezza: 495 mm
Altezza: 288 mm
Peso: 29 Kg
Camera a vuoto: 355 x 365 x 184 h

Scheda Tecnica
Barra saldante: 306 mm
Carrozzeria: inox
Tensione: 230V 50/60Hz Hz
Vuoto finale: 2 mbar
Portata nominale pompa a vuoto: 8 mc/h - 12 mc/h
Potenza massima assorbita: 350 VA

Il tempo di vuoto nell'intero ciclo varia di circa 5 secondi.
I 5 secondi sono, indicativi, la differenza tra i 2 cicli con le 2 pompe di diversa dotazione.
Ciclo completo 8 metri 51 secondi
Ciclo completo 12 metri 56 secondi.

Caratteristiche
Creazione vuoto saldatura: automatico sensoriale
Funzionamento: automatico
Saldatura: 4 livelli di saldatura
Pannello comandi: elettromeccanicorientro
Aria: con elettro-valvolaavvio
Ciclo: con microswitch
Coperchio: piatto

IL SOTTOVUOTO
Cos'è e come si ottiene il sottovuoto
Il sottovuoto si ottiene tramite un'azione meccanica che permette la rarefazione dell'aria. Quello che accade all'interno di una macchina confezionatrice è un procedimento molto semplice: un'apposita pompa entra in azione estraendo l’aria presente nella confezione che contiene il prodotto. Questo permette di estrarre l'ossigeno, gas vitale per l’uomo, ma anche per microrganismi quali batteri e muffe. La loro proliferazione, pertanto, è bloccata e sono inibiti i loro metabolismi, quindi le attività fermentative. Proprio per il processo sopra descritto, per rendere efficace e mantenere nel tempo il sottovuoto, il contenitore e la busta devono essere correttamente sigillati. Scarica la tabella di comparazione dei valori di vuoto.

Perché l'aria è dannosa?
L’ossigeno presente nell’aria permette la proliferazione di muffe e di tutti quei batteri responsabili del deterioramento dei cibi (irrancidimento dei grassi, imbrunimento della frutta, bruciature da gelo, oltre, ovviamente, a perdita di gusto e di sapore). Il confezionamento sottovuoto, tramite un procedimento di eliminazione dell’aria, permette di ridurre e ritardare tutti gli effetti appena descritti ottenendo, di conseguenza, l'allungamento dei tempi di conservazione e, per quanto riguarda l’igiene, un margine di sicurezza certamente superiore proprio perché riduce l’attività dei batteri presenti nei cibi.

Maggiore durata e qualità degli alimenti
Chi ha la fortuna di possedere un orto, non dovrà più preoccuparsi di come consumare i prodotti che non ha utilizzato nell'arco della stagione. Ma anche chi non ha questa fortuna, potrà godere appieno dei vantaggi offerti dal confezionamento sottovuoto perché potrà acquistare frutta e verdura di stagione in quantità, certo di poterla conservare al meglio.
Un ulteriore vantaggio da non sottovalutare! Grazie a questa tecnica di conservazione, non ci sarà più la costrizione di dover consumare in giornata le pietanze preparate ed eventualmente avanzate, che potranno essere conservate e assaporate anche a distanza di giorni, senza perdita di gusto, e con la sicurezza di non rischiare intossicazioni alimentari dovute ad un cattivo stato di conservazione. Ricapitolando: freschezza, gusto, sicurezza, praticità. Risparmio di tempo, denaro e fatica!

La conservazione sottovuoto
Da sempre l’uomo ha cercato metodi e tecniche che consentissero agli alimenti di rimanere inalterati nell’aspetto, nel gusto e nelle proprietà. Nel tempo, a seconda del livello tecnologico raggiunto, sono stati utilizzati diversi sistemi di conservazione, ma l’avvento delle tecniche di refrigerazione, surgelazione e confezionamento hanno senz’altro segnato l’ascesa del sottovuoto come la soluzione più efficace.

La maggior parte degli organismi presenti nel nostro ambiente ha bisogno dell’ossigeno presente nell’aria per vivere. Questo vale anche per i microrganismi (batteri e muffe) responsabili dell’alterazione e del deterioramento del cibo. Irrancidimento dei grassi, ossidazione, imbrunimento della frutta, bruciature da gelo: tanti sono i problemi in cui, con l’avanzare del tempo, gli alimenti possono imbattersi a causa del contatto con l’aria e con i microrganismi di tipo aerobico. Processi le cui conseguenze sono la perdita di gusto e di elementi nutrizionali.

La tecnologia del sottovuoto, tramite l’estrazione dell’aria nelle confezioni, permette di evitare tali processi: in assenza di ossigeno, le funzioni vitali di tali organismi, quali la crescita e la riproduzione, vengono annullati. Una riduzione che può essere ancora più efficace se usata in combinazione con il congelamento dei prodotti alimentari.

CONFEZIONATRICE SOTTOVUOTO A CAMPANA CUISSON SV 41  BREVETTATO
Confezionatrice sottovuoto a campana, è il fiore all'occhiello della produzione Orved per la ristorazione e la cucina sottovuoto. Questa macchina di ultima generazione è infatti corredata di tutti gli optional. Possiede ad esempio un doppio datario, grazie al quale è possibile stampare a caldo la data e/o il numero lotto sul bordo del sacchetto mentre si esegue la confezione, semplicemente ponendo il sacchetto tra il timbro ed il tampone. I datari vengono posizionati tra la parete della camera a vuoto e la barra saldante lasciando libera la resistenza. Ogni datario può essere facilmente asportato dal suo alloggiamento a slitta per il cambiamento manuale della “data” o del “codice” che si vorrà imprimere sul bordo delle confezioni.

La particolare forma dalla camera a vuoto facilita il confezionamento di cibi liquidi all’interno delle buste sottovuoto. Inserendo la busta nell’apposita cavità essa rimane in posizione verticale permettendo così ai liquidi di posizionarsi – per effetto della forza di gravità - sul fondo della busta stessa evitando che essi vengano accidentalmente aspirati dalla pompa a vuoto al momento della creazione del sottovuoto.

La barra saldante viene assicurata alla camera a vuoto attraverso degli appositi braccetti che ne permettono il sollevamento; questo permette all’utilizzatore della confezionatrice di accedere più agevolmente alla camera a vuoto della macchina garantendo una più approfondita pulizia ed una conseguente maggiore igiene.

In omaggio, con l'acquisto di una Cuisson SV 41, il libro di Luca Barbieri "Stilelibero".

IL NUOVO LIBRO:  "SOTTOVUOTO"
CUCINARE CON LA TECNICA DEL SOTTOVUOTO
Il nuovo libro, scritto da Fabrizio Sangiorgi in collaborazione con Orved ed edito da Bibliotheca culinaria, consiste in una attenta ed approfondita analisi che studia il vasto mondo della cottura e conservazione dei cibi in sottovuoto.
L’azienda Orved da molti anni è impegnata nella diffusione di questa straordinaria ed innovativa arte culinaria presentandola con dimostrazioni e degustazioni nell’ambito di manifestazioni fieristiche in tutto il mondo, organizzando nel proprio centro ricerca e formazione corsi strutturati in vari livelli di approfondimento, fino ad arrivare allo studio ed alla progettazione di nuove attrezzature sottovuoto espressamente dedicate quali la innovativa macchina a campana CUISSON SV-41.

Quest’opera rappresenta uno spunto originale per chiunque voglia intraprendere un percorso nuovo nell’ambito delle tecnologie culinarie di qualità, costituendo inoltre un’ottima occasione per coloro i quali siano già a conoscenza della cottura sottovuoto e vogliano approfondire le proprie competenze.
Orved è lieta di augurarVi una piacevole e proficua lettura, nella certezza che “Sottovuoto” sarà presto il libro più “consumato” di ogni cucina professionale.
Qualità, Affidabilità Tecnologica e Solidità distinguono le Nostre Macchine Sottovuoto.

LA STORIA
Orved sorta a Verona nel 1984 è l’azienda leader nell’ideazione, produzione e distribuzione di confezionatrici sottovuoto all’avanguardia tecnologica e qualitativa con produzione totalmente Made in Italy. 
L’azienda offre, da anni, una linea di confezionatrici ad estrazione esterna, una vasta gamma di confezionatrici sottovuoto a campana, termosigillatrici di vaschette, buste per sottovuoto ed accessori. 
La sua produzione è caratterizzata da un altissimo livello qualitativo e soluzioni tecnologiche molto avanzate ed innovative. L’affidabilità e la robustezza delle macchine sono proverbiali: esse vengono riconosciute e confermate da una presenza ormai trentennale sui mercati mondiali. Orved è presente nel mondo in 121 paesi con 1248 distributori e importatori. 
Ogni macchina Orved risponde alle più severe normative internazionali, gode della certificazione CE-ETL-ETL Sanitation e l’intero sistema di gestione qualità sia delle confezionatrici che delle buste Orved è certificato ISO 9001:2008. Tutte le macchine godono di garanzia e assistenza veloce e professionale assicurata anche a livello internazionale. 
Tra le esclusività proposte, Orved si contraddistingue per le confezionatrici sottovuoto a campana dal design ricercato, innovativo, con carrozzeria e vasca totalmente in Acciaio Inox e dettagli tecnici brevettati, come la vasca verticale dei modelli top di gamma Orved, Cuisson SV31n e Cuisson SV41n, in grado di facilitare il confezionamento sottovuoto di prodotti liquidi.
La linea Evox 30, fiore all’occhiello dell’azienda, è rappresentata da una confezionatrice con una camera a vuoto costruita con un materiale altamente tecnologico e finora mai utilizzato nella storia delle macchine sottovuoto a campana. Compatta, ergonomica e dotata di vuoto sensoriale, Evox 30 rappresenta la perfetta risposta per il cliente che ricerca nel confezionamento dei propri prodotti, oltre alla qualità, il massimo del design e della semplicità di utilizzo. La sua LIMITED EDITION, in due varianti colore, rosso Evox F1 e giallo Evox L1 è fra i modelli più richiesti e desiderati nel campo della piccola media ristorazione. 
Orved produce modelli di confezionatrici non solo per il mercato professionale ma anche per quello domestico. 
Family Cuisson Inox, è la confezionatrice sottovuoto ideata per rispondere alla crescente domanda di confezionamento di prodotti freschi all’interno della cucina domestica. Le sue dimensioni ridotte di ingombro e la potenza della pompa a vuoto, rendono Family Cuisson Inox piccola nelle dimensioni, adatta a tutti i modelli standard di cucina, e grande in termini di performance. 
Sfruttando le enormi potenzialità del sottovuoto, Orved ha recentemente sviluppato, all’interno del suo centro di ricerca e sviluppo, un innovativo sistema di cottura in sottovuoto “Orved cooking System” caratterizzato dal bagno termostatico di nuova generazione Orved Sv-Thermo. 
Orved SV-Thermo permette di cucinare in sottovuoto non solo uno, ma più prodotti contemporaneamente, misurando la temperatura di ogni singolo alimento, proprio al cuore del prodotto stesso, garantendo cosi la realizzazione di cotture sottovuoto precise e diversificate. 
Grazie al sistema di conservazione e cottura in sottovuoto, Orved ha sviluppato negli anni anche la propria gastronomia di qualità, Orved Grand Gourmet. Essa costituisce un ramo dell’azienda Orved, dedicato alla produzione di piatti e ricette pronte realizzate con la tecnica del sottovuoto. 
Ogni ricetta Orved Grand Gourmet si caratterizza per l'altissimo livello qualitativo, il mantenimento perfetto di aromi, sapori, colori, sali minerali, vitamine e proteine. Grazie alla tecnologia della cottura sottovuoto Orved si evita la saturazione dei grassi ed ogni ricetta può essere conservata perfettamente a temperatura di refrigerazione fino a 45 giorni senza aggiunta di additivi o conservanti di alcun tipo. 
Orved, sempre all’avanguardia ed attenta alle innovazioni ed alle opportunità, con il proprio reparto ricerca e sviluppo ha recentemente realizzato con orgoglio “Orved Argovac”, la confezionatrice sottovuoto ideata per confezionare sottovuoto gli alimenti destinati agli astronauti ed utilizzata anche per il confezionamento sottovuoto degli alimenti spediti nello spazio per la missione spaziale “Futura Mission” che vede impegnata, tra gli altri, anche l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti. 
Per la missione suddetta Orved ha messo a punto sia la confezionatrice sottovuoto Orved Argovac che le speciali buste sottovuoto idonee al confezionamento degli alimenti per gli astronauti. 
Nell’ottica di rafforzare la sua immagine e la presenza sia a livello nazionale che internazionale, l’azienda partecipa alle più importanti fiere del settore in tutto il mondo e sarà presente con tutte le ultime novità all’Expo di Milano all’interno della fiera internazione dell’ospitalità professionale Host 201

 

Approfondimenti

Catalogo generale Orved 2014 (PDF, 3.77 MB)